Carteggio 29: Il gioco dell’Isola d’Elba

La rivoluzione sociale, diversamente da quella politica, richiede cuore, mente e pancia, ma specialmente esercizio. Dall’intuizione di sfruttare un dispositivo ludico per esercitarsi a definire i contorni della postura libertaria in un frangente rivoluzionario, nasce il contributo che abbiamo registrato in Cascina Torchiera in occasione della seconda presentazione di Domani urbani (AgenziaX, 2022).

Ascolta la puntata 29

Il ringraziamento per questa sintetica e illuminante puntata di Carteggio va tutto a Dino “il Dinone” Taddei e al suo gioco dell’Elba.

Buon ascolto.

Carteggio 28: Domani urbani – Milano utopia

Seconda puntata della serie di Carteggio dedicata alla pubblicazione di Domani urbani.

Ascolta la puntata 28

Questo podcast, estratto dalla seconda presentazione del volume in occasione dei 30 anni di autogestione della Cascina Torchiera vede protagonista Emanuele Braga e la sua riflessione su moneta del comune e cooperazione sociale a partire dal brano proposto per il nostro libro collettivo.

Buon ascolto.

Carteggio 27: Domani urbani – La città transfemminista

Dopo una lunga attesa il podcast Carteggio ritorna con una sequenza di puntate che nascono “dentro e intorno” al nuovo libro che ho curato con Giulio D’Errico: Domani urbani.

Puntata 27: La città transfemminista

Il volume è edito da AgenziaX, ne abbiamo parlato più approfonditamente qui. Nella prima puntata del ciclo tutto lo spazio va a Carlotta Cossutta e alla città transfemminista che ha affrescato per il suo contributo al progetto.

Buon ascolto.

Domani urbani

Care tutti,

nelle prossime settimane arriverà in libreria Domani urbani – Futurologia e immaginari, un libro che ho avuto il piacere di curare insieme al caro amico Giulio D’Errico e che uscirà per i tipi di AgenziaX con contributi di Askapen, Asantewaa Boykin, Emanuele Braga, Carlotta Cossutta, Håkan Geijer, Roberto Paura, Andrea Perin, Stefano Portelli, Amanda Priebe, Daniele (dan) Salvini, Giuliano Spagnul, Dino Taddei, Annina Torre.

Le prime presentazioni a Milano

Si può parlare del domani come di quanto accadrà successivamente al presente in cui siamo immersi. Oppure se ne può parlare come di un set di opzioni, se non plausibili, a tutti gli effetti ancora possibili e desiderabili. In quest’ottica Domani urbani non si occupa tanto di futuro quanto di futuribile.
La nostra ipotesi di lavoro è che il momento sia propizio per riprendere la sfida immaginativa e con essa la prassi di un futuro incredibile e conviviale, incredibile perché conviviale.

Dalla quarta di copertina

Si tratta di un’antologia che mesce senza soluzione di continuità saggistica e narrativa, una collettanea che palpita dei contributi di una quindicina di funambole/i della parola cui abbiamo chiesto di offrirci uno sguardo su una città del futuro possibile: certamente non plausibile, verosimilmente non probabile, ostinatamente possibile, addirittura desiderabile.

Copertina

Il progetto sarà performato in anteprima a Milano sabato 8 ottobre, alle ore 18, all’ex chiesetta del Parco Trotter di via Mosso 7 e approderà in libreria qualche giorno più tardi.

Continue reading “Domani urbani”